sabato 16 giugno 2012

Workshop trasporto regionale



Si è svolto venerdì 15 giugno il workshop dal titolo “Il Nuovo Trasporto Regionale: Opportunità per l'Aeronautica del Mezzogiorno”, organizzato dall'AIAN. La sede è stata l'Aula Magna della Facoltà di Ingegneria dell'Università “Federico II” di Napoli.




Buona la partecipazione di tecnici ed anche di studenti ed appassionati. Dopo l'introduzione del Prof. Francesco Marulo, è intervenuto il Prof. Luigi Carrino, che ha esposto l'organizzazione del Distretto Aeronautico Campania, i criteri di crescita ed i progetti di ricerca selezionati. Ha anche evidenziato come siano necessarie strutture aeroportuali a servizio dell'industria e, di conseguenza, la necessità di far “risorgere” l'aeroporto di Capua.

La cravatta "aeronautica" del Prof. De Nicola


Subito dopo, l'Avv. Giuseppe Acierno ha descritto l'esperienza di successo del Distretto Puglia, basato sullo sviluppo e l'esaltazione delle specialità già presenti sul territorio, in particolare in relazione ai materiali compositi.


I'Ing. Alessandro Amendola di Alenia Aermacchi ha sottolineato l'importanza commerciale del settore del trasporto regionale e di come il successore dell'ATR sia al centro dei piani di sviluppo, con obiettivi ambiziosi su costi operativi, comfort e consumi. In questo senso, l'Ing. Carmine Orsi ha dettagliato gli anni recenti di ATR: dai timori di chiusura del progetto di fronte alla crescita dei “regional jet”, alla scommessa del rilancio fino all'attuale condizioni di leader di mercato per vendite, ordinativi ed ore volate, assecondati in questo dalla crescita del costo dei carburanti. Insomma una storia di coraggio e lavoro che sono stati premiati.


Prefigurazione del futuro turboelica regionale

L'Ing Carmine Cifaldi e l'Ing. Aniello Cozzolino hanno poi parlato del futuro del trasporto aereo leggero, in termini normativi e tecnico-operativi. Il trasporto regionale a turboelica continuerà a lungo a rappresentare un'alternativa economicamente valida al trasporto su terra. Resta il problema dei tanti piccoli aeroporti che chiudono perché non riescono ad essere economicamente convenienti.


In conclusione dei lavori, il Prof Leonardo Lecce ha ringraziato partecipanti ed organizzatori, preannunciando successivi eventi sul tema, che risulta di particolare interesse per il territorio campano.

Nessun commento:

Posta un commento