domenica 9 febbraio 2014

Arciprete: un pioniere ed educatore napoletano

"Lasciate!" L'inizio dell'ascensione

Alle radici dell’aeronautica militare italiana c’è il gruppo di aerostatieri comandato da Mauro Maurizio Moris nell’ambito del Battaglione Specialisti del Genio. L’osservazione dall’alto per scopi militari rappresenta una novità tecnologica di fine ‘800 e mezzi e tecniche d’impiego sono tutti da inventare e sperimentare. Gli aerostatieri del Genio portano a termine anche le prime sperimentazioni di fotografia aerea con palloni frenati e liberi, consentendo per la prima volta agli italiani di vedere scorci dall’alto del loro Paese. Edificano la struttura tecnica su cui fu possibile, sempre su stimolo di Moris, far nascere i primi nuclei di dirigibili e di aeroplani.

Di questi pionieri faceva parte Giuseppe Arciprete, nato a Napoli il 10 aprile 1871. Si laureò in matematica ed ingegneria e divenne pilota militare d’aerostato nel 1901.